venerdì 23 maggio 2014

Frolla per crostata alla frutta


La ricetta di questa frolla me la diede una cara amica nel periodo in cui abitavo a Bitti...dov'è Bitti? Come non lo sapete? No no, non vi preoccupate prima di andarci a vivere anch'io ne ignoravo l'esistenza, ma una volta conosciuto questo piccolo paese in provincia di Nuoro, ti entra nel cuore e non ti esce più! Proprio come gli amici che ci ho lasciato!


Ingredienti:

70/100g di zucchero semolato
1 uovo
300g di farina per dolci
130g di burro
1 bustina di lievito (questa è la ricetta originale, ma io preferisco metterne un po' meno)
1 scorza di limone
un pizzico di sale


Procedimento:

La frolla va lavorata poco, giusto il tempo necessario perchè si riesca a formare una palla, l'impasto non va scaldato troppo.
Tenere da parte il burro tagliato a piccoli pezzetti e ammorbidito.
Mettere in una ciotola o nel cestello del robot tutti gli ingredienti e lavorarli finchè non sono ben mischiati, poi aggiungere il burro e mischiare per poco.
Con le mani compattare l'impasto per formarne una palla, avvolgerla nella pellicola e farla riposare per un'oretta nel frigorifero.

Dividere l'impasto: 2/3 per il fondo e 1/3 per le striscioline superiori.
Lo stampo va imburrato ed infarinato.

Se si deve fare una piccola crostata risulta facile stendere l'impasto con il mattarello e portarlo nello stampo, ma quando lo stampo è grande questo passaggio può risultare difficile e la pasta si può rompere, io suggerisco di stendere la pasta direttamente sulla carta da forno che ci facilita lo spostamento e ci risparmia di imburrare ed infarinare.

Io preferisco le pirofile per cuocere le crostate, perchè con queste evito di colorarle troppo.

Poichè la frolla ha il lievito è meglio stendere la pasta sottilmente.

Cuocere a 190/200 °C

Per la crostata di frutta cuocere prima il fondo, avendo cura di punzecchiare il fondo con i rebbi della forchetta.
Lasciarla sfreddare e mettere su un piatto o un vassoio.
Coprire il fondo con la crema pasticcera e posizionare la frutta.
E qui viene il bello!!! Non ho mai coperto una crostata con la gelatina, ho sempre preferito il gusto all'estetica, così ho sempre steso sulla frutta un velo di marmellata di albicocche diluita con il brandy!
Goduriosa!
 

2 commenti:

Alice Meloni ha detto...

anche io faccio la frolla così ma l'idea della marmellata di albicocche diluita al posto della gelatina è geniale...rubo!

Dalia Ports ha detto...

Ruba ruba! Mi fa piacere! Fammi sapere se ti piace. Ciao